The HalfBrothers Band

Prima dei Men in Black e delle iene di Tarantino c’erano loro: gli Half Brothers. Completo nero da beccamorti, i nomi scritti sul dorso della dita della mano, Rayban Wayfarer che non tolgono mai; Erasmo/Elwood Blues e Alex/Jake “Joliet” varcano i cancelli dell’Avalon Cafè a bordo dell’inseparabile e fiammante 500 bianca, la Blues Mobile targata Illinois BDR529 ,tra urla assordanti e occhi increduli del pubblico,venuto ad assistere all’attesissimo show di cui tutti parlano! Tentando di investire il maggior numero di spettatori e rischiando di finire contro un albero, i due fratellastri si presentano davanti il palco con una valigetta, manette ai polsi, un microfono e… 1,2,3,4,5…12 strani personaggi al seguito.

Il concerto sta per iniziare…tutti sono al loro posto, luci sono puntate sui due fratelli in giacca e cravatta. “…and 1 , and 2, and One,Two Three, Four!” …la musica esplode! Il più di voi conosce ciò che accadde durante quel primo Live e a pochi sopravissuti è dato raccontarlo…questa la storia che ha dato vita alla leggendaria BANDA.

“Tributo agli esilaranti Blues Brothers : “The HalfBrothers Big Band”.  Composta da 12 Musicisti (Sez. Fiati, Sez. Cori, Sez. Ritmica, Voci), 1 Video Management e 1 Fonico Specializzato.

Nel 2011 spinti dalla passione e dall’amore per il rhythm&blues , quattro degli attuali dodici musicisti decidono di mettere insieme “La Banda” (proprio come accade nel celeberrimo film). Il concerto ha un durata di circa 2 ore all’interno del quale vengono eseguiti i più celebri brani dei fratelli Jake & Elwood Blues.
All’interno dello spettacolo, alle canzoni più famose, si intervallano momenti di comicità con brevi scene di intrattenimento e retro-proiezioni tipiche del film del 1980: “THE BLUES BROTHERS”. E’ uno show appassionante, frizzante mai scontato,  che lascia grande spazio alla musica ma non tralascia in alcun modo il coinvolgimento del pubblico, elemento attivo e sempre al centro della scena.

Facebooktwittergoogle_plus