Gaeta festeggiamenti dei SS Patroni Erasmo e Marciano sul Palco The Halfbrothers Band

La Band - Live Molo Sanità Gaeta

Gaeta e l’intera Arcidiocesi festeggiano i patroni principali: Erasmo e Marciano, vescovi e martiri dei primi secoli del cristianesimo, le cui spoglie sono conservate da oltre mille anni nella Basilica Cattedrale di Gaeta.

Il ricco programma dei festeggiamenti che ha preso il via con la novena, vede una serie di appuntamenti piuttosto serrati. Partendo dalle manifestazioni religiose, il primo giugno alle 18.45, dopo l’omaggio floreale ai Caduti presso il Monumento ai Caduti in Villa Traniello, il Sindaco Cosmo Mitrano parteciperà ai Vespri solenni in Cattedrale durante i quali si terrà il tradizionale e secolare omaggio dei fiori e dei ceri ai Santi Patroni. Martedì 2 giugno, la Festività Solenne sarà annunciata dal suono delle campane della Cattedrale; nel pomeriggio alle ore 18.00 Solenne Pontificale presieduto dall’Arcivescovo Fabio Bernardo D’Onorio e alle ore 19.00 si snoderà la solenne processione lungo le strade della città.

Tra gli eventi civili organizzati a margine della festa religiosa, si segnala per il 30 maggio alle 22.00 il concerto della band tributo ai Blues Brothers:  The Half Brothers

“THE HALFBROTHERS BAND” a Blues Brothers Tribute Band
Era l’Agosto del 2011… dopo aver visto “la luce” 14 elementi, completamente folli, iniziarono la loro avventura per mettere insieme la banda, convinti di essere in missione per conto di Dio. Questo darà loro la forza per superare mille avventure esilaranti tra locali, piazze ed eventi…  Tributo ai Blues Brothers la Band più energica e simpatica che il mondo abbia mai conosciuto…! Il concerto ha un durata di circa 2 ore e presenta una selezione dei più celebri brani dei fratelli Jake & Elwood Blues accompagnati da momenti di esilarante comicità e proiezioni tratte dal film del 1980.

I festeggiamenti si concluderanno il 2 giugno alle ore 22.00 presso il Molo Sanità con Ron in concerto, mentre alle 23,30 è previsto lo spettacolo pirotecnico.

Facebooktwittergoogle_plus

Lascia un commento